Ispettore Sanitario
Website made using only Xara Web Designer, and no other graphics or software tools.

SCARICA >

ALBO D’ORO dei Vigili Sanitari

(Tecnici della Prevenzione)

1890 Nasce la figura del VIGILE SANITARIO COMUNALE Nelle istruzioni ministeriali annesse al Regolamento   del   6   luglio   1890   n.   7042   agli   artt.   2   e   5   per i laboratori comunali venne istituita la figura del VIGILE SANITARIO COMUNALE" , con il compito di coadiuvare “l’Ufficiale Sanitario" dei Comuni. I compiti dei Vigili Sanitari era di vigilare: Sulle condizioni igieniche del suolo e dell'abitato; Sulle condizioni delle industrie agricole, delle manifetture e fabbriche che potevano inquinare l'aria e l'acqua dell'ambiente abitato; Allo stato igienico delle case; Edifici pubblici e collettivi; Nelle fabbriche, nei depositi, negli spacci e sui mercati dove preparano vendono derrate alimentari; Sulle bevande, sugli alimenti e sugli oggetti di uso personale e domestico. I vigili sanitari comunali svolgevano le ispezioni per la vigilanza igienico-sanitaria loro ordinate dall'Ufficiale Sanitario o dal medico di sezione, redigevano i verbali di contravvenzione, procedevano ai sequestri di sostanze alimentari, prelevavano i campioni per recarli al laboratorio di analisi, vigilavano sull'applicazione dei regolamenti d'igiene e delle leggi d'igiene e sanità, controllavano l'igiene del suolo e dell'abitato,personale aveva una propria divisa e operava all'interno del corpo dei Vigili Urbani. 1907 Nasce la Figura della Guardia di Sanità Le origini e la storia di questa professione che continua a svolgere le sue funzioni in qualità di Tecnico della Prevenzione presso i Servizi del Ministero della Salute Ufficio USMAF-SASN SCARICA le sue origini 1908 1° Congresso Nazionale dei Vigili Sanitari A Firenze presso il Teatro Tommaso Salvini, si tenne il 25, 26 ,27 Ottobre 1908 il primo Congresso nazionale dei vigili sanitari e personale tecnico addetto alle ispezioni per la vigilanza sanitaria .Del congresso vennero stampati anche degli atti congressuali. E' il primo documento probante le origini storiche associative di riunire in ambito nazionale questa figura nel lontano 1908.
1934 Nasce la figura del Vigile Sanitario Provinciale Nel 1923, con R.D. 2889 e nel 1927 con R.D. n.155 (artt.18 e 27) con il passaggio dei Laboratori Municipali alle Provincie veniva abrogato il citato R.D. e veniva istituita la figura dei “Vigili Sanitari Provinciali” , figura mantenuta con l'entrata in vigore del T.U. delle LL.SS. (art.91) con compiti più ampi del Vigile Sanitario Comunale. Ai "Vigili Sanitari Comunali” che dipendevano dall'Ufficiale sanitario Comunale , si aggiunsero quindi i “Vigili Sanitari Provinciali” i quali erano invece alle dipendenze del Medico e del Veterinario Provinciale. I l R.D 27 Luglio 1934 , n. 1265 all'art. 91 prevede che i Vigili sanitari provinciali vengono assunti per concorso pubblico bandito dalla Amministrazioni Provinciali, la nomina veniva successivamente approvata dal Prefetto, essi potevano entrare in Servizio solo dopo aver prestato giuramento davanti alla magistratura. 1963`Nasce "L'Unione Nazionale Vigili Sanitari D'Italia Dopo varie vicessitudini e fallimenti per la creazione di un proprio sindacato (vedi origine associative dei Vigili Sanitari). I Vigili Sanitari, si organizzarono in una propria associazione, nasce ad Aosta nel Maggio del 1963. L'associazione raccoglie le tre principali categorie dei Vigili Sanitari d'Italia: Provinciali , Comunali e Consorziali. L'associazione nasce su iniziativa dei colleghi: Lionello Rizzatti e di Rudda Osvaldo e Leo Malagò e Mario Meroni. Nasce nello stesso anno anche il Periodico “La Vigilanza Igienico Sanitaria” diretto dal Lionello Rizzatti(Presidente U.N.V.I.S.I.) 1963 Nasce la figura dell’Ispettore Sanitario La legge 441/1963 istituisce la figura dell’Ispettore Sanitario che opera presso la Direzione Generale Sanità in tre rami di competenza: medico-biologica, chimica e industriale e a livello locale presso i Medici Provinciali essi esercitano la vigilanza sulla preparazione, sulla produzione e sul commercio delle sostanze alimentari e delle bevande allo scopo di prevenire e reprimere le infrazioni alla legge 30 aprile 1962, n. 283. 1965 Conferimento della Medaglia d'Oro all'U.N.V.I.S.I Il Presidente della Repubblica Saragat,alla presenza dell'On.le Luigi Mariotti Ministro della Sanità ,consegna a Lionello Rizzatti Presidente dell''Unione Nazionale Vigili Sanitari d'Italia la Medaglia d'Oro al Merito della Sanità Pubblica. per l'attività che la stessa ha svolto, nel campo della Prevenzione delle frodi e sofisticazioni alimentari, degli inquinamenti ambientali, incovenienti igienico sanitari e dell'abusivismo delle arti ausiliarie. 1982 Operatori di Vigilanza e Ispezione I Vigili Sanitari Comunali e Provinciali e le Guardie di Sanità con la prima riforma sanitaria entranno nelle USL prendendo la denominazione di Operatore Professionale di Vigilanza e Ispezione
1934 Nasce la figura dell’Ispettore d’Igiene Durante il Governatorato di Roma nel 1934 viene istituito con un apposito regolamento speciale la figura dell’ispettore d’igiene che collabora con l’Ufficiale Sanitario Leggi il regolamento speciale e i relativi compiti dell’Ispettore d’Igiene